La verità è che non ti odio abbastanza di Felicia Kingsley.

Che schifo! Il sotterraneo odora di urina e disinfettante.
Individuo lo sportello con l’impiegato. “Buonasera. Io devo andare a Red Hook”, annuncio.
Il tipo non alza nemmeno gli occhi dal giornale, così gli busso sul vetro.
“Buonasera. Devo andare a Red Hook”. Ribadisco a voce più alta.
“Buon viaggio, allora. Mi fa piacere per te”, brontola, sempre senza degnarmi di uno sguardo.
“Mi accompagnerebbe al binario, per cortesia? “, insisto.
Stavolta non m’ignora, anzi, il tizio esplode in una risata.
“Ehi, Metz!”, urla a quello che presumo sia un suo collega, nascosto da qualche parte. “Sua signoria, qui, vuole che l’accompagniamo al binario!”.
“Certo, certo”, risponde una voce ovattata da dietro una porta. “Dille che appena ho finito di pisciare, la scorto in pompa magna sul treno. Tu intanto offrile un caffè”.
“No, grazie”, rifiuto. “Non bevo caffè dopo le tre del pomeriggio.”
“Metz”. Adesso il bigliettaio è alle lacrime. “Ha detto che non beve caffè”.
A quel punto, il famoso Metz, un ometto pelato, fa capolino dalla porta. “Ma sei vera?”, mi domanda squadrandomi.
“A te cosa sembra?”, sbotto. “C’è modo per arrivare a Red Hook o no?”.
Il tizio allo sportello, ancora ridendo, infila un foglio ripiegato sotto la fessura. “Certo che c’è, si chiama ‘Questa è la cartina della metro. Usala’”.

Titolo: La verità è che non ti odio abbastanza di Felicia Kingsley.
Pagine: 416.
Editore: Newton Compton Editori.
Collana: Anagramma.
Trama: “Lexi è una principessa, non delle favole, ma dell’Upper East Side. La sua vita perfetta da facoltosa ereditiera di un impero finanziario scorre tra feste esclusive e shopping sfrenato nel quartiere più lussuoso di New York. A ventisette anni ha già la certezza di un futuro luminoso, di aver vinto la partita, almeno finché un affascinante sconosciuto non le cambia le carte. Il principe azzurro? No, è Eric Chambers, detective di punta dell’FBI, che sta indagando su una truffa miliardaria in cui è coinvolta la famiglia Sloan, venuto a spodestarla dal suo trono. Tanto attraente quanto ruvido e poco disponibile, Eric la reputa viziata e superficiale, e la tratta con distacco e indifferenza. Tra i due è subito guerra. Con tutti i suoi beni confiscati, Lexi si ritrova in mezzo a una strada da un giorno all’altro, ma lei non ha nessuna intenzione di rimanerci. Anzi! Se Eric le ha tolto tutto, dovrà essere lui ad aiutarla e Lexi non accetterà un no come risposta, almeno finché non sarà riuscita a riabilitare il nome della sua famiglia, anche perché lei sarebbe una preziosa risorsa per le indagini. Riusciranno l’ereditiera che cuoce i toast usando il ferro da stiro e l’integerrimo detective di Brooklyn a collaborare senza scannarsi? O senza… innamorarsi?”

“Mi tiro su, tastando intorno a me finché non trovo gli occhiali sul cuscino, me li infilo e… Un momento! Non sono nello sgabuzzino, sono nel salotto di Eric!
Mi sono addormentata a casa sua ieri notte, dopo Titanic, e… lui non mi ha svegliata.
Ho ancora i miei vestiti di ieri, ma sono coperta da un plaid.
Eric avrebbe potuto svegliarmi e cacciarmi fuori a pedate, invece mi ha sfilato gli occhiali e mi ha coperta.
Trattengo un sorriso a labbra strette. Capito, il cinico, sarcastico, inflessibile Eric Chambers? Sotto sotto nasconde un animo da galantuomo.”




Recensione: “Avete presente quando passate a fianco della vostra libreria, e sentite, percepite il richiamo da parte di un libro?
Si, proprio quella sensazione di essere osservati dalla vostra libreria e quella vocina che vi dice: “Leggimi! E’ questo il momento giusto”.
Ecco, è questo quello che mi è successo con questo romanzo.
Ha pretesto con decisione che io lo iniziassi adesso, in questo momento e periodo.
Distruggendomi in parte la TBR che mi ero prefissata ed è proprio vero quel detto, che ogni libro ha il suo momento.
Non ridevo così tanto con un libro da molto tempo.
Questo romanzo è una ventata d’aria fresca, divertente, leggero, appassionate, coinvolgente, scorrevole, ma anche pieno di sentimenti e viaggi all’interno dei personaggi.
.
Lexi Sloan è una donna che ha tutto quello che si può desiderare.
Una bella casa, ville per le vacanze, abiti firmati e una vita davvero glamour.
Tutto cambia quando il giorno del suo 27esimo compleanno, irrompe nella sua vita come una palla da bowling il detective Eric Chambers.
Da quel momento la sua vita cambierà drasticamente e non per sua scelta.
Ricca ereditiera dell’impero finanziario di famiglia, divideva le sue giornate tra esercizio fisico, shopping, lavoro, viaggi e cura del proprio corpo, nelle famose strade Upper East Side.
Ad una prima impressione può sembrare la solita ricca viziata senza cervello che non sa fare nulla e con la puzza sotto il naso.
Ma in realtà non è mai stata con le mani in mano, con la maggiore età ha preso in mano la sua vita, è andata a vivere da sola e a lavorare gratuitamente per le amiche.
Avendo già i soldi di famiglia, non ha mai voluto essere pagata da loro.
Ma non è solo una principessa del quartiere più ricco di New York, perché ha imparato molto presto il valore dei soldi, e quando da bambina ha scoperto che non tutti erano ricchi, agiati come la sua famiglia, ha iniziato a fare beneficenza.
Quella silenziosa, fatta con il cuore e non per le apparenze.
Lexi sicuramente non si risparmia nulla, ma allo stesso tempo ha un cuore d’oro.
La sua famiglia ha sempre lavorato sodo per arrivare dove sono e ha sempre trattato i dipendenti con rispetto e dignità.
La sua vita è perfetta, fino a quando tutto cambia per colpa dello zio, che ruba tutti i soldi dei clienti della società, mandandola in frode.
E quelli che resteranno a prendersi la colpa, saranno quelli che non hanno nulla a che fare con la vicenda.
Sua padre e lei.
.
Eric Chambers detective dell’FBI, entrerà come un elefante in una cristalleria nella vita di Lexi.
Stravolgendole la vita completamente e trattandola pure da sospettata.
L’FBI sequestrerà tutti i loro beni per ripagare i clienti truffati e nulla serviranno le sue parole che gridano innocenza.
All’FBI non importa se loro sono innocenti, sono alla ricerca del colpevole e dei soldi e finché non li troveranno, saranno loro a pagarne le conseguenze.
Ma Lexi non è una donna che si piega facilmente, forte, determinata, audace, intraprendente e sicura di sé, si rimboccherà le mani quando tutte le persone le chiuderanno la porta in faccia.
Anche quelle che dicevano di esserle amiche, ma che in realtà sfruttavano la sua famiglia per il nome e per i soldi.
Ed è così che inizierà questa commedia esilarante tra l’ex-miliardaria Lexi e il detective Chambers.
.

Quando si ritroverà con in mano solo duecento dollari e una tessera della metro card datale dal suo autista, l’unico che le è stato vicina in un momento così tremendo.
Lei andrà a bussare alla porta del detective e qui le risate si faranno sempre più grosse.
Perché questo romanzo è una ventata d’aria fresca, in un periodo in cui uno ha più bisogno di ridere.
Una commedia divertente che non vi farà mai staccare gli occhi dal libro, neanche per mangiare o dormire, faticherete a staccarvi.
.
Lexi, abituata ad essere servita e riverita, perché è l’unico modo di vivere che conosce.
Irromperà a casa di Eric, che in colpa delle sue disgrazie.
Ovviamente la convivenza non sarà facile, così come non lo è stato il viaggio per arrivarci.
Eric non può ospitare una sospettata, ma Lexi non è abituata a sentirsi dire di no.
Così tra una frecciatina e un guaio dietro l’altro, si ritroveranno a condividere la quotidianità, ma come sarà questa convivenza forzata?
Lei promette informazioni in cambio di un alloggio.
Nel frattempo inizierà ad accorgersi in prima persona dei problemi della gente comune e sul tirare avanti avendo in tasca quasi nulla.
La sua malattia degenerativa della vista non le da tregua e le difficoltà saranno sempre più enormi.
Lexi troverà difficoltà anche nel trovare un lavoro, visto che chiunque le chiuderà la porta in faccia.
Ma quando lo troverà, involontariamente il suo lavoro sarà legato al passato di Eric.
Qual è questo segreto presente nel passato di Eric?
E Lexi come si comporterà con esso?
Nel frattempo passano le settimane e il loro legame inizia a cambiare un po’.
Si conosceranno e vedranno i lati nascosti e più profondi dell’altro.
Come andrà a finire tra loro due?
Quel segreto potrebbe distruggere il legame che potrebbe nascere?
Lexi riuscirà a riavere la sua vita e fargliela pagare alle persone che le hanno chiuso la porta in faccia?
E riuscirà a capire chi tra le sue conoscenze, la sta tradendo oltre lo zio?
Non vi resta che leggerlo per scoprirlo.
.
Una delle prime cose che ho apprezzato di questo romanzo, è sicuramente lo stile scorrevole, coinvolgente e intrigante.
La seconda, la forza, la determinazione, l’audacia e la grinta di Lexi.
Quando perde tutto da un giorno all’altro, non si lascia cadere a terra in preda alla disperazione.
Neanche quando vede sbattersi la porta in faccia da tutti quanti.
Si rimbocca le maniche e trova la soluzione di avere un tetto sopra la testa.
E lo fa con le proprie forze, non va alla ricerca di un riccone.
No, va alla ricerca di un lavoro per mantenersi, per mantenere la sua indipendenza.
E poi Lexi non ha la puzza sotto il naso come può sembrare, perché si adatta a quello che si ritrova di fronte al momento.
Mi piace questo aspetto del suo carattere, è buona, gentile, rispetta e tratta gli altri come rispetto e alla pari.
Non vuole dipendere da nessuno, cerca un lavoro per ritornare quasi alla vita di prima.
E’ consapevole di non poter ritornare alla ricchezza di prima.
Ma sa quanto vale, sa il suo valore e sa quello che vuole.
Vuole un certo tot di denaro di base al mese e si comporta di conseguenza.
E non solo, man mano si adatta a vivere nel mondo in cui si trova e non ne fa una tragedia.
Nella situazione opposta alla sua, in una realtà diversa.
Man mano che impara a conoscere letteralmente l’altro mondo, il nuovo mondo per quanto la riguarda.
Pian piano inizia a capire che c’è più verità in quel mondo fatto di negozi economici, caffè del supermercato e vestiti a volte di seconda mano.
Che nel mondo appariscente e falso dell’Upper East Side.
Dove contano solo la bellezza, la ricchezza e il potere.
Mi piace come sia maturata come personaggio nel corso del romanzo.
Ha compreso sempre di più i veri valori.
La terza, è la delicatezza con cui l’autrice è riuscita ad inserire in una commedia divertente e romantica, il problema della vista di Lexi.
La quarta, il saper descrivere perfettamente Lexi che passa da un mondo all’altro, facendola proprio sembrare un’aliena.
Vi prometto che in alcune scene avrete le lacrime dal ridere.
La quinta, è lo stile di scrittura così coinvolgente, così scorrevole e intrigante, da farmi entrare completamente in empatia con Lexi.
Amo la prima persona come stile di racconto per questo motivo soprattutto.
Perché si riesce ad entrare completamente in sintonia con la protagonista di turno.
Avevo la sensazione di essere li con Lexi, quando vede la sua vita scivolare via.
Quando cade e si rialza più forte di prima.
Quando man mano che i giorni passano, matura sempre di più e inizia davvero a vedere com’è la realtà delle persone e dei luoghi che la circondano.
Ridevo e soffrivo con lei.
Mi arrabbiavo con lei in certe situazioni e in altre avevo la sensazione di essere una spettatrice in un angolo di New York, a osservare le sue stranezze e follie.
E poi essendo in prima persona, il lettore scoprirà pian piano Eric, così come lo scoprirà lei.
.
Per quanto riguarda Eric, mi sono ritrovata molto in lui per quanto riguarda il suo carattere.
Il suo essere in parte quasi asociale e “freddo”, ma sotto sotto poi invece si rivela essere un uomo generoso, gentile, di buon cuore e proprio un bravo ragazzo.
E’ un personaggio che è stato ferito troppe volte nella sua vita, anche da chi meno se lo aspettava e in un certo senso si è chiuso agli altri.
Un  po’ alla volta si può penetrare le sue barriere, ma una volta che tradisci la sua fiducia sei completamente fuori.
Difficilmente è facile farlo tornare sui suoi passi.
.
Infine sono successe tre cose:
1) questo romanzo entra di diritto tra i miei preferiti del 2020.
2) entra sicuramente nella lista di romanzi che vorrei rileggere al più presto.
3) Felicia è già entrata nella lista delle mie autrici preferite.
.
Voto: 5/5.

“E’ vuota”.
“E’ una delle tue idee ‘fuori dai quadrati’?”
“La scatola vuota significa che ti regalo dello spazio. Si è liberato un monolocale sotto l’appartamento di Brianna: è piccolo ma costa poco e c’è un frigo”. Se dovevo regalargli qualcosa, lasciarlo libero dalla mia presenza, per quanto mi costi, è il dono più sensato. “Così potrai godere della tua privacy, come quando ancora non avevo fatto irruzione nella tua vita”.
Lui sorride tra sé e sé, richiudendo la scatola. “Non ce n’è bisogno”.
“Di cosa?”
“Che tu vada da Brianna”, risponde lui serissimo. “Puoi restare”.
“Ma come?”, chiedo disorientata. “Non rivuoi i tuoi spazi?”
“Si, ma tu ci stai bene nei miei spazi”.

Precedente Bel Ami di Guy De Maupassant. Successivo Uscite di Aprile 2020 (Le poche che ho trovato, visto il periodo)