Morsi di ghiaccio di Richelle Mead. (Vampire Academy).

“Avevo la sensazione che qualcuno mi avesse strappato il cuore e l’avesse gettato dall’altra parte della stanza. Provavo un dolore cocente, lacerante al petto, e non avevo idea di come placarlo.”

Titolo: Morsi di ghiaccio (#2) di Richelle Mead. L’accademia dei vampiri.
Titolo originale: Frostbite. Vampire Academy.
Pagine: 412.
Editore: Rizzoli.
Trama: “È un anno difficile per Rose all’Accademia dei Vampiri. Il suo grande amore Dimitri sembra preferirle un’altra; l’amica Lissa passa tutto il tempo libero con il suo ragazzo. E come se non bastasse, ecco arrivare la guardiana Janine, madre sempre assente con cui Rose ha un legame complicato. Nel frattempo i temibili Strigoi sono alle porte. Una vacanza sulla neve regala a tutti l’illusione di essere al sicuro, ma è proprio allora che Rose corre i rischi più gravi.”





“Tu sei il tipo di ragazza che ha solo anime gemelle o nemici mortali, non è vero? Niente vie di mezzo.”

Recensione: “Abbiamo lasciato i nostri protagonisti con la consapevolezza che a volte il nemico non è lontano, ma proprio di fronte a noi.
E’ stato un duro colpo per Rose e Lissa scoprire di Victor, delle sue macchinazioni, azioni e crudeltà.
Un vero e proprio colpo al cuore, che nessuno si sarebbe mai aspettato.
Questo secondo volume inizia con Rose alla prese con il recuperare esami perduti mentre erano via e con Lissa alle prese con la consapevolezza del suo reale potere.
Durante il viaggio per andare sul luogo dell’esame, Rose dovrà anche lottare con i propri sentimenti per Dimitri.
Anche se la testa le dice di dimenticare, il suo cuore non ci riesce proprio.
Così, tra un allenamento e l’altro, dovrà lottare con i propri sentimenti.
Una volta arrivati sul luogo dell’esame, una verità orribile sconvolgerà tutti quanti, gli Strigoi stanno man mano riuscendo sempre di più a trovare le famiglie reali dei Moroi.
E quello che si trovano davanti è un raccapricciante inizio della battaglia che avverrà presto.
D’improvviso le loro certezze sugli Strigoi verranno distrutte come se fossero di cristallo.
Il sole sembra non essere più un problema per loro, quando mandano avanti umani a fare il lavoro sporco per loro.
L’egoismo, la fame e la ferocia che solitamente non li fa convivere e collaborare, sembra non esistere più.
Trovandosi così uniti nel cacciare i Moroi, Dhampir e a volte gli Umani.
La loro impulsività sembra svanita, iniziando a elaborare piani ben congeniati.
I Guardiani si trovano di fronte quelli che sembrano essere un’evoluzione degli Strigoi.
I Guardiani sono sempre meno e tra i Moroi iniziano a sentirsi urla di battaglia, mentre altri non vorrebbero far altro che continuare a mandare solo i Guardiani, prendendoli addirittura tra i più giovani.
Nel frattempo, la vita di Rose e Lissa è divisa tra scelte importanti e vita privata.
Lissa si renderà conto che le manca il suo potere e che vorrebbe trovare un compromesso per poterlo usare senza impazzire.
Ed è alla costante ricerca di altri come lei e forse i tipi di Spirito sono molto più di quelli che credevano.
E forse, i conoscitori di Spirito sono più vicino di quanto lei stessa creda.
Rose è costantemente divisa tra le sue responsabilità di Guardiano e i suoi sentimenti per Dimitri.
Mentre per fortuna possono continuare a contare l’una sull’altra.
Vedremo finalmente Moroi voler tornare a combattere come i loro antenati, invece di restare fermi ad aspettare la morte che gli venga incontro.
Desiderano combattere insieme ai Dhampir.
Una decisione spericolata e improvvisa da parte di alcuni novizi Guardiani e alcuni Moroi inesperti, porterà Rose e Christian a dover correre contro il tempo per salvarli.
Per salvarli da se stessi, dalla loro voglia di vendetta.
Per salvarli da una pessima decisione.
Trovarsi faccia a faccia con il nemico è diverso dal studiarlo sui libri di scuola.
E le scelte hanno sempre, sempre delle conseguenze.
Conseguenze a volte a cui non si può porre rimedio.
In una corsa contro il tempo che non fa altro che far girare le sue lancette, Rose, Christian e i lettori, staranno con il fiato sospeso.
Per arrivare a un drammatico finale, che segnerà tutti loro.

I personaggi

Rose.
E’ subito chiaro al lettore quanto sia molto più matura in questo secondo volume.
Una delle cose che davvero apprezzo tanto di questa saga, è il giusto equilibro tra la parte che riguarda la mitologia della storia, e la vita privata dei personaggi.
Troviamo Rose che ha diciassette anni e mezzo, da una parte è già una donna matura.
Con la testa sulle spalle, con la consapevolezza del suo ruolo e delle sue responsabilità da Guardiano.
Fa discorsi da persona adulta, da persona che ne ha già viste tante e sa che ne vedrà ancora tante altre nel corso della vita.
Da quando ha iniziato l’addestramento con Dimitri, pian piano inizia a tenere a freno la sua impulsività e capire che in alcune situazioni deve imparare tassativamente a controllarsi.
Allo stesso tempo però, quando si tratta della sua vita privata e dei rapporti con le persone che la circondano, ragiona anche come un’adolescente.
Com’è giusto che sia, in realtà.
Perché alla fine la sua età è questa e vedremo il suo lato geloso sia per quanto riguarda l’amicizia, sia per quanto riguarda l’amore.
E nel caso dell’amore, fa anche “frecciatine” verso Dimitri.
Per questo ho sempre amato il personaggio di Rose, perché la ritengo molto veritiero come personaggio.
Perché sa essere matura, adulta, responsabile quando è necessario.
Ma sa anche avere comportamenti da adolescente, tipici della sua età.
Poi la comprendo anche per molte altre cose.
.
Lissa.
Resta quella che apprezzo di meno come personaggio.
Però la vediamo alle prese con il cercare il giusto equilibrio tra il cercare di scoprire di più sulla sua magia dello Spirito, e il cercare di ambientarsi nel mondo dell’aristocrazia dei Moroi Reali.
.
Dimitri.
In questo volume lo vedremo cercare di combattere contro i suoi sentimenti per Rose.
Mentre cerca di essere sempre un perfetto Guardiano e istruttore.
.
Christian.
In questo secondo volume, lo vedremo sempre di più alle prese con l’allenare la sua magia.
E’ deciso a diventare più forte e a non lasciarsi completamente nelle mani dei Guardiani, ma vuole imparare a proteggersi da solo.
.
Tasha.
Tasha è uno dei nuovi personaggi che ci vengono presentati in questo volume.
E’ la zia di Christian ed è un personaggio che riserva molte sorprese, come l’essere brava nelle arti marziali.
Non vi dirò altro.

Adrian.
Altro nuovo personaggio, inizialmente può sembrare menefreghista, pericoloso quasi, per via delle voci che circolano su di lui.
Ma in realtà nasconde della solitudine e del dolore, è uno dei pochi a non essersi specializzato, potrebbe forse essere come Lissa?

Janine.
E’ la madre di Rose e anche lei viene presentata in questo volume.
Non è facile da inquadrare.

Finito la prima volta il 29 settembre 2013.
Voto: 5/5.

Precedente Reading Journal e dove trovarli. Successivo Heartstopper 3 di Alice Oseman.