Erasmus di sangue di Nancy Urzo.

Titolo: Erasmus di sangue di Nancy Urzo.
Pagine: 180.
Editore: Independently published.
Trama: “Roma. Tutto ebbe inizio quando Carolina, Sascha e i suoi amici partirono per l’Erasmus lasciando la loro terra spagnola. Le loro vite di giorno erano impegnative, i corsi all’università frenavano i loro pensieri più spinti. Durante la notte tutto ciò cambiava, il sesso e l’alcool conducevano ogni loro libido all’estremo, ogni esperienza era degna di essere vissuta. Nuove amicizie giunsero poi per scuotere le loro fantasie e desideri, nulla poteva mettere in guardia quel piccolo gruppo di amici e i loro conoscenti dal pericolo che stava giungendo. L’ombra di un passato difficile da cancellare era tornata, cosa vorrà? Chi ne uscirà pulito da questa storia?“Vivi la storia con gli occhi di Carolina e dei suoi amici”

Recensione: “Cinque ragazzi spagnoli molto libertini e sempre pronti a provare cose e piaceri nuovi nella vita.
Partiranno per un programma di Erasmus a Roma.
Roma la città eterna.
Roma che incanta chiunque.
Appena arrivati all’appartamento fanno subito la conoscenza di due simpatiche ragazze americane.
L’attrazione è subito reciproca, non solo da parte dei ragazzi del gruppo, ma anche delle ragazze.
Sono giovani, belli, abbastanza ricchi e pronti a provare qualsiasi esperienza sessuale riservi loro il futuro.
Nei primi giorni la loro vita si divide tra qualche lezione e serata nei pub o nelle loro rispettive stanze.
Si conosco, si piacciono.
Tutto cambia in una sola, tremenda notte.
Durante un schiuma party Bella e Megan le due ragazze americane scompaiono in circostanze misteriose, finchè di loro troveranno solamente resti umani.
Un atroce, macabro assassino gira per le strade di Roma e le ragazze sono tutte all’erta.
Chi è statoa fare questo a Bella e Megan?
Chi può essere tanto crudele da compiere un atto del genere?
E perché?
Nel frattempo nasceranno tensioni nel gruppo, che forse sarà difficile risanare.
In un susseguirsi di colpi di scena sconcertanti, i protagonisti troveranno il pericolo dietro l’angolo.
Il male potrebbe essere ovunque, magari celato davanti ai loro occhi.
La lettura si presente subito scorrevole e sicuramente interessante.
Lo stile di scrittura è coinvolgente, però mi dispiace dirlo ma a me il romanzo non è piaciuto.
Però devo farvi due premesse prima di continuare, io odio gli Erotici come genere e gli Horror.
Perché Horror?
Adesso vi spiego.
Personalmente io non lo definirei un erotico-thriller, ma un erotico-thriller-horror secondo me.
E’ una lettura forte, dura per via di scene di tortura veramente pesanti a mio avviso, scene che avrei preferito sapere prima.
Una cosa che non riesco a sopportare sono proprio le torture, posso leggere di teste mozzate, sparatorie ecc… ma la tortura no.
In alcune scene avevo i brividi e ho fatto veramente fatica a proseguire, quindi iniziate la lettura con questa consapevolezza.
Ci sono scene forti, oltre che di sesso.
Si, ci sono scene di sesso spinte nelle prime pagine, ma comunque la storia non è intesa come un erotico e basta.
Ha una trama, è questo è sicuramente a suo favore.
Però trovo che ci siano troppi punti di vista per un romanzo così breve.
Sicuramente mi sarei aspettata il doppio delle pagine, visto i diversi punti di vista della storia.
Detto questo, la trama presenta uno spaccato di vita di molte persone.
E’ inutile negarlo, dire che non è vero.
Ci sono persone che vivono la loro sessualità in questo modo, qualcuno per motivi dietro come Sasha e altri proprio perché vogliono sperimentare o per un certo periodo della loro vita non se la sentono di avere una relazione seria.
Ma non per questo vogliono rinunciare ai piaceri della vita.
Sasha l’ho trovata odiosa fin dalle prime pagine e nel corso della lettura il suo personaggio non fa che peggiorare.
Andando avanti con la lettura, il lettore è portato a voler continuare per sapere come finisce la storia.
Perché nel corso delle pagine la paura aumenta, altre persone vicine a loro scompaiono e inizi a chiederti come mai?
Chi c’è esattamente dietro?
E inizi a fare qualche ipotesi e questo è sicuramente a favore della storia.
Non ho apprezzato alcuni avvenimenti verso la fine, però sono curiosa di sapere cosa accadrà nel secondo romanzo.
Perché lo stile scorrevole mi è piaciuto, due consigli che vorrei dare sono:
scrivere da uno al massimo due punti di vista, perché sennò ci si confonde molto e la storia rischia di perdersi.
E ampliare un po’ di più le scene, alcuni punti li ho trovati troppo frettolosi.
Non sono riuscita a percepire bene lo scorrere del tempo che passa e forse questo ha influenzato molto.
Il che è un peccato, perché è raro trovare erotici con una trama dietro e quindi dal secondo mi aspetto un po’ di più.
Il mio voto finale è di 2.75 su 5, lo consiglio a chi ama il genere, per chi si vuole avvicinare tenga presente le cose elencate sopra.
Per poter iniziare così la lettura in modo consapevole.”
Finito il 10 agosto 2019.

Precedente Time Deal di Leonardo Patrignani. Successivo Pichi Pichi Pitch - Mermaid Melody di Michiko Yokote e Pink Hanamori.