Animali fantastici. I crimini di Grindelwald. Screenplay originale di J.K. Rowling.


Titolo: Animali fantastici. I crimini di Grindelwald. Screenplay originale (#2) di J.K. Rowling.
Titolo originale: Fantastic Beasts: The Crimes of Grindelwald.
Pagine: 320.
Editore: Salani editore.
Trama: “Animali Fantastici e dove trovarli” si era chiuso con la cattura del potente Mago Oscuro Gellert Grindelwald, con l’aiuto di Newt Scamander. Tenendo fede alle sue minacce, Grindelwald riesce a fuggire; comincia a radunare seguaci, in gran parte ignari del suo vero progetto: portare al potere i maghi purosangue e sottomettere tutti gli esseri non magici. A sventare il folle piano di Grindelwald ci sarà il giovane Albus Silente, pronto a reclutare tra le sue fila l’ex studente Newt e la sua sgangherata squadra d’oltreoceano. I fronti sono ormai schierati; l’amore e la lealtà verranno di nuovo messi alla prova, senza risparmiare amici e familiari, in un mondo magico sempre più diviso. Questo libro è la sceneggiatura integrale di “Animali Fantastici. I Crimini di Grindelwald”, il secondo di una serie di cinque film, con l’attore premio Oscar Eddie Redmayne nei panni del Magizoologo Newt Scamander. Ambientata tra New York, Londra e Parigi nel 1927, nello stesso mondo in cui tra qualche decennio avrà inizio la saga di Harry Potter, questa storia di mistero e magia rivela un nuovo, travolgente capitolo del Magico Mondo di J.K. Rowling.”


Recensione: “Ho appena terminato la lettura di questo fantastico secondo volume, ancora una volta mi stupisco di quanto sia difficile scrivere una sceneggiatura. I romanzi e le sceneggiature sono proprio due mondi diversi, opposti. Eppure, questi due volumi sono riusciti a darmi tante emozioni lo stesso.
Grazie ovviamente anche alla interpretazione degli attori.
Sono sempre più innamorata di Newt, non posso farci niente. E’ veramente uno dei personaggi più buoni, più puri, più dolci, tenero, gentile, generoso, altruista e poi la sua timidezza mi fa troppo tenerezza.
Ritroviamo i personaggi di Tina, Queenie che adoro moltissimo e anche di Jacob. Non potete sapere quanto questo mi renda felice. Alla fine del primo volume ero in lacrime e davvero ho sperato fino all’ultimo che lui riuscisse a ricordare.
La cosa anche particolare e bella di questa storia iniziata nel precedente volume, è che possiamo scoprire nuovamente il mondo magico tramite gli occhi Babbani/No-Mag di Jacob appunto. Perché nei volumi di Harry Potter, sono poche le scene con Babbani nel mondo magico, tipo i genitori di Hermione. Qua invece Jacob è amico loro e vive le avventure insieme a loro.
E’ una cosa bellissima vedere questi due mondi uniti.
Ci sono molti colpi di scena, nuovi personaggi che mi hanno veramente stupido e molte scene veramente tristi e che mi sono ritrovata molto dispiaciuta.
Sulla fine non posso commentare per non far spoiler a chi magari leggerà questa mia recensione, ma ci sono rimasta troppo male nel momento che l’ho vista. Però poi avevo già intuito che quel bastardo di Grindelwald, sarebbe riuscito a manipolare quel determinato personaggio, preso in un momento in cui era veramente sopraffatto e debole. Ma io credo ancora in quel personaggio, (maschile? Femminile? Chissà! Non ve lo dico), perché so che in realtà è stato/a manipolato/a.
Alla fine ho amato tutto e non capisco le polemiche.
Consiglio tantissimo <3
Finito il 28 dicembre 2018.
Voto: 5/5″

Precedente Uscite di marzo 2020 (prima parte). Successivo La coppia perfetta di B.A. Paris.